3,5 Mln di euro per l’internazionalizzazione delle PMI
23 gennaio 2017
Cina: il nuovo mercato in crescita per il settore vitivinicolo
17 marzo 2017

BREXIT vs UE – in allarme l’esportazione verso la Gran Bretagna

Momenti di incertezza per il settore “Wine & Spirit” in Gran Bretagna a causa dell’annuncio del Primo Ministro Britannico Theresa  May di voler abbandonare il mercato unico europeo, data l’imminente uscita della Gran Bretagna dall’UE.

L’intenzione del Primo Ministro di lasciare il mercato unico europeo ma, nello stesso tempo, mantenere gli accordi doganali con i paesi dell’Unione Europea in modo da garantire, in ogni caso, la circolazione delle merci non lascia tranquilli gli operatori del Mercato Unico anche vista la mancanza di informazioni certe né sulla forma né sulla tempistica prevista.

Secondo i dati della WSTA ( Wine&Spirit Trade Association), infatti il Regno Unito è il secondo importatore di vino del Mercato Unico e comunque tra i primi 5 nel mercato agroalimentare in genere.

L’unica possibile soluzione che la WSTA è riuscito a trovare con il Governo britannico è la stesura della WSTA Brexit Policy Paper. Pur rimanendo per ora quindi tutto come prima, gli operatori iniziano ad allertarsi ed organizzarsi per supplire ad eventuali difficoltà con nuovi mercati emergenti e/o in crescita quali altri stati europei (come Olanda, Belgio e Paesi dell’Est Europa – in primis Polonia) nei Paesi del Medio Oriente e Cina, ma anche nei Paesi in ripresa del Sud America.